Seleziona una pagina
Otto semplici regole per vivere la cultura thailandese

Bangkok è metropoli elusiva, restia a qualsiasi tipo di definizione. Una volta atterrati qui avrete pochi punti di riferimento, non solo per l’enorme estensione della città, ma anche per l’unicità della cultura e dello stile thailandese, affascinante e difficile da interpretare. E’ una metropoli paradossale: continua ad espandersi preservando la tradizione nel bel mezzo del caos sfrenato della modernità. Solo agli inizi del 1900 la città occupava una superficie di soli 13.2 km2, mentre oggi si estende su 330 km2 di terreno sottratto ai campi paludosi che la circondavano. Ma la corsa di Bangkok si è sviluppata anche verso l’alto, verso il cielo, ed in soli trent’anni ha mutato totalmente il suo skyline con più di mille grattacieli (nel 1970 erano solo 25). Bangkok è un labirinto a cielo aperto dove potreste essere ingannati, perdervi o innamorarvi. In ogni caso, se siete decisi ad andarci, vi servirà una piccola guida di sopravvivenza.

  1. CLIMA e INQUINAMENTO: Appena arrivati in città, il clima sarà la prima cosa di cui vi renderete conto. Siamo ai tropici e dobbiamo abituarci ad un clima caldo, umido praticamente tutto l’anno, spesso piovoso nei mesi che vanno da maggio a novembre. Sarà forse una delle cose che maledirete mentre cercate refrigerio in qualche luogo chiuso e ventilato. A Bangkok però, non è solo il caldo tropicale a riscaldare l’aria, ma anche l’estremo inquinamento dei circa nove milioni di veicoli che transitano nelle strade della città ed i suoi dintorni.
  2. TRASPORTI: Per muoversi a Bangkok c’è l’imbarazzo della scelta. Bus, taxi, metro, moto, treni vi guideranno per un prezzo molto contenuto nelle trafficatissime strade della capitale thailandese verso la vostra meta. Non siate timidi, se decidete di salire su un taxi o sul caratteristico tuk-tuk(un tre ruote motorizzato) assicuratevi che l’autista parli inglese e che abbia capito dove portarvi! Non tutti i tassisti parlano un’altra lingua oltre al thailandese e molti tenteranno di chiedervi un prezzo spropositato per i motivi più strambi (piove, c’è traffico, siamo dopo la mezzanotte..), assicuratevi allora che venga acceso il tassametro o contrattate un prezzo equo prima di salire. Per grandi spostamenti in città evitate le ore di punta: rischierete di rimanere imbottigliati nel traffico per ore.
  3. CIBO: Bangkok è sicuramente la capitale asiatica del cibo. Nelle ore di luce la città pullula di bancarelle, carretti ambulanti e ristoranti improvvisati pronti ad offrirvi le più variegate pietanze della cucina locale, dominata da piatti di noodles e riso. Troverete di tutto e ovunque: carne, pesce, zuppe, ma assicuratevi che siano di vostro gradimento: la cucina Thai si basa su un’armonia di spezie, erbe, radici e foglie che possono risultare sgradevoli a primo impatto. Essendo ai tropici, la frutta esotica è diffusissima. Stemperate il caldo con un succo al cocco, un mango o una papaya!
  4. LINGUA: Il Thailandese è la lingua ufficiale, ed ha un suo alfabeto che può apparire incomprensibile. Prima di addentrarvi per le strade di Bangkok memorizzate qualche utile parola in lingua locale perché non tutti vi capiranno. L’inglese è parlato, ma non da chiunque, soprattutto se vi allontanate dai centri turistici più frequentati. Se avete bisogno di aiuto o informazioni cercate di rivolgervi a dei ragazzi, è più probabile che riescano a capirvi.
  5. BUDDHISMO: Nessun paese possiede tante statue del Buddha quanto la Thailandia. Il Buddhismo è religione del popolo sin dal 13simo secolo, quando il regno di Thailandia è nato, e la fede ruota tutta attorno alla figura del Buddha, ai suoi insegnamenti e alle sue gesta. Troverete figure sacre ovunque: per strada, nelle case, nei grandi magazzini; ovunque si trovi un altare o una statua avrete modo di realizzare la devozione dei fedeli che riempiono ogni altarino di omaggi in cibo, acqua. Bangkok è anche la città dei templi, maestosi e magnifici templi buddhisti testimoni di una cultura ricchissima; passeggiando per uno dei tanti templi incrocerete di sicuro un monaco buddhista nelle sue tipiche vesti arancioni, in tutto il paese ce ne sono più di 250 mila!
  6.  FAMIGLIA REALE: Passeggiando per Bangkok noterete un’infinità di monumenti celebrativi, altarini, bandiere raffiguranti i sovrani del regno. La Thailandia è una monarchia costituzionale dal 1932 e la figura del Re e della Regina è trattata con la venerazione ed il rispetto degni di una monarchia assoluta. Il Paese ha una legislazione che è la più severa al mondo riguardo la lesa maestà, che ora comprende anche i social network. Stando in città sarà impossibile non imbattersi nella “riverente adorazione” che i thailandesi riservano alla famiglia reale, è bene allora adeguarsi a tale adorazione dato che la lesa maestà è punita con più di 15 anni di carcere!
  7.  VALUTA e COSTO DELLA VITA: La valuta ufficiale è il Bath thailandese. La moneta è molto volatile, dunque occhio al cambio! Se non avete intenzione di fermarvi per molto, l’ideale sarebbe cambiare i vostri soldi in uno dei tanti Money Exchange della città; ma non fermatevi al primo, controllate se nei paraggi c’è qualcosa di più conveniente! Una volta cambiati i vostri soldi in Bath potrete constatare come il costo della vita sia piuttosto basso, per un pasto o una corsa in taxi non spenderete più di due euro.
  8. PROSTITUZIONE: Lo sappiamo: la Thailandia è famosa per essere una grande meta per il turismo sessuale mondiale, e sicuramente ne è all’altezza. Il fenomeno della prostituzione è molto diffuso a Bangkok, anche se la capitale Thailandese della prostituzione rimane Pattaya. Entrando in qualsiasi club o discoteca la cosa evidente sarà la presenza di numerose ragazze pronte ad adescarti. La prostituzione è diffusa un po’ ovunque in città e non solo nel quartiere di Pat Pong, famoso per essere il quartiere a luci rosse della città.

Author: Samy Dawud

Sono laureato in Economia e Management presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Grande appassionato di Politica Estera e Medioriente, di viaggi e di musica

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Share This

Share this post with your friends!